Arresto Cardiaco, Denuncia del 118: Evitabile Una Morte su Tre

Per il presidente del 118 Balzanelli si potrebbero salvare 20mila delle 60mila persone che muoiono ogni anno per arresto cardiaco

Una morte su tre per arresto cardiaco si potrebbe evitare, se solo si intervenisse tempestivamente, praticando un massaggio cardiaco entro i primi 3 minuti dal fatto. La denuncia arriva dal presidente del 118 Mario Balzanelli, che ha inviato una lettera al ministro della Salute Giulia Grillo, per chiedere l’istituzione di un Osservatorio Nazionale Permanente e operativo. 

Sono 60mila le persone che ogni anno in Italia muoiono di arresto cardiaco. 20mila di queste potrebbero essere salvate, se si intervenisse immediatamente, effettuando le manovre salva-vita. C’è di più, secondo Balzanelli: 40-50 persone ogni 100 che perdono la vita in caso di ostruzione delle vie aeree, di cui almeno il 40% bambini, potrebbero essere salvate tramite la manovra di disostruzione

La presenza di defibrillatori semiautomatici esterni nei luoghi pubblici, dove si fa sport e sul posto di lavoro, potrebbe ulteriormente ridurre le morti per arresto cardiaco, dal momento che le probabilità di salvezza si abbassano del 10% ogni minuto che passa, tanto che oltre il 70% delle persone - come vi raccontiamo in questo articolo - muore prima di arrivare in ospedale.

Arresto cardiaco, presidente del 118 a ministra Grillo: "Tutti devono saper salvare"

Nella lettera indirizzata alla ministra Giulia Grillo, oltre che di arresto cardiaco, il presidente del 118 Mario Balzanelli ha lanciato un allarme anche a proposito delle emorragie esterne arteriose, come nei casi di incidente o trauma improvviso: se si effettuasse una immediata compressione di una emorragia esterna arteriosa “ci sarebbe un aumento statisticamente significativo di possibilità di portare il paziente vivo in sala operatoria e quindi di sopravvivenza”. Attualmente i morti per dissanguamento da emorragia arteriosa sono 15 mila ogni anno. “In caso di emergenza sanitaria, le morti evitabili diventano concretamente evitate non solo quando il Sistema 118 arriva rapidamente e con l’equipaggio più idoneo - spiega Balzanelli - ma più ancora quando alla vittima di un malore o di un trauma grave vengano fatte subito, ben prima dell’arrivo del 118 anche sotto dettatura telefonica, le manovre salvavita del Primo Soccorso”. 

Il presidente del 118, infine, ha sottolineato l’importanza dell’istituzione dell’Osservatorio: “Farebbe finalmente chiarezza su quante sono esattamente ogni anno le morti per malori improvvisi o trauma. E dovrebbe avere l’obiettivo della programmazione sanitaria. Tutti devono saper salvare, bisogna andare avanti con il progetto nazionale, coinvolgere l’intera popolazione, a titolo gratuito, e continuare l’obbligo nelle scuole di imparare il primo soccorso”. 

Fonte


comments powered by Disqus

Calcola il tuo preventivo Gratuito
Ricevi un preventivo in pochi minuti, senza alcun impegno!

Anche noi odiamo lo spam e le newsletter invasive.
Per questo non ti invieremo posta indesiderata e non cederemo a terzi il tuo contatto.

Se preferisci usa il Numero Verde gratuito!
800 031 572
Lun-Ven dalle 8.30 alle 17.30

Ricevi un preventivo in pochi minuti
Nessun impegno di acquisto
Un esperto è sempre a tua disposizione