Infarto: Più Pericoloso quando fa Freddo

Più si abbassano le temperature, più aumentano le possibilità di andare incontro a infarto. Una ricerca svedese ha dimostrato che l’infarto è più comune quando la temperatura scende sotto zero.

Le temperature troppo basse, in particolar modo quando la colonnina di mercurio va sotto lo zero, potrebbero causare un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, come l’infarto. È quanto dimostrato da un nuovo studio dell'Università di Lund in Svezia, pubblicato recentemente su Jama Cardiology, una rivista specialistica internazionale di medicina cardiovascolare. La ricerca ha scoperto una forte connessione tra un clima molto freddo e ventoso e una più alta possibilità di sviluppare un infarto.

Lo Studio

Per scoprire questo legame, il team di ricercatori svedesi ha analizzato dati provenienti da oltre 274mila pazienti in tutta Svezia che hanno subito un infarto tra il 1998 e il 2013. Successivamente, i ricercatori hanno osservato i dati meteorologici relativi a quel determinato periodo di tempo. “Questo è di gran lunga il più grande studio sugli infarti in relazione al clima mai svolto finora”, ha ammesso l'autore dello studio David Erlinge, professore di cardiologia all'Università di Lund. “Siamo molto interessati a scoprire i possibili fattori che concorrono all'insorgenza dell'infarto, perché una volta identificati potremo proteggere meglio le persone che sono a maggior rischio”. Un confronto tra i dati meteorologici e quelli dei pazienti, ha dimostrato che l'incidenza degli infarti aumentava con una più bassa temperatura dell'aria e pressione atmosferica, una maggiore velocità del vento e una minore durata della luce solare. Tuttavia, la correlazione più rilevante riguarda proprio la temperatura dell'aria.

Gli Effetti del Freddo

Le analisi hanno fatto emergere quanto l'incidenza degli infarti era più alta quando le temperature erano sotto lo zero, ma l’incidenza degli infarti diminuiva man mano che le temperature salivano a 3-4 gradi. Sebbene il motivo di questa correlaione non sia ancora stato chiarito, i ricercatori hanno ipotizzato che il freddo possa causare una vasocostrizione, cioè il restringimento delle arterie, che eserciterebbe un'ulteriore pressione sul cuore tale da provocare l'infarto. “Il clima freddo e ventoso porta a una contrazione dei vasi sanguigni, che serve per risparmiare energia”, ha sottolineato l'autore. “Ciò accresce il carico di lavoro del cuore, aumentando di conseguenza il rischio di infarto”.

Altre Ipotesi

I ricercatori hanno tuttavia trovato altre spiegazioni del legame tra infarto e temperature fredde. Tra queste, spiega l'autore, nel periodo invernale potrebbero esserci cambiamenti non solo nella temperatura, ma anche nello stile di vita, come ad esempio cambiamenti nella dieta o nell'attività fisica, o l'aumento di infezioni respiratorie, già in passato associate ad un maggior rischio di infarto. “Il clima freddo aumenta anche lo stress emotivo, altro fattore di rischio già noto per una maggior incidenza di infarto”, ha aggiunto l’autore. I ricercatori, infine, hanno analizzato i dati in relazione anche all'inquinamento atmosferico, altro fattore recentemente collegato a significativi cambiamenti della struttura del cuore. “Abbiamo esaminato i dati sull'inquinamento atmosferico nelle tre principali città svedesi ogni giorno durante i 16 anni presi in considerazione nello studio”, ha precisato l'autore. “Ma dai nostri risultati, l'inquinamento atmosferico non sembra aver giocato un ruolo determinante”.

I Consigli

“Quando arriverà il freddo bisognerà farci trovare preparati, coprendoci bene e rimanendo caldi”, spiega al Guardian Chris Gale, professore di medicina cardiovascolare dell'Università di Leeds (Regno Unito). “Il clima sta cambiando e si stanno registrando temperature sempre più estreme, compresi inverni più rigidi, e questo potrebbe avere un impatto negativo sulla salute del cuore”. Tuttavia, precisano i ricercatori di questo nuovo studio svedese, non è ancora noto se ridurre l'esposizione al freddo, ad esempio restando in casa o indossando abiti caldi, possa contribuire a ridurre il rischio di infarto. Ed è proprio su questo che si concentreranno nella prossima ricerca.

Fonte


comments powered by Disqus

Calcola il tuo preventivo Gratuito
Ricevi un preventivo in pochi minuti, senza alcun impegno!

Anche noi odiamo lo spam e le newsletter invasive.
Per questo non ti invieremo posta indesiderata e non cederemo a terzi il tuo contatto.

Se preferisci usa il Numero Verde gratuito!
800 031 572
Lun-Ven dalle 8.30 alle 17.30

Ricevi un preventivo in pochi minuti
Nessun impegno di acquisto
Un esperto è sempre a tua disposizione