Defibrillatore in Azienda: Cosa Dice la Legge?

Avere un defibrillatore in azienda permetterebbe di salvare la vita di molti lavoratori. Ma in pochi sanno che per alcune attività lavorative il defibrillatore è obbligatorio.

Anche se non esiste un vero e proprio obbligo giuridico di essere dotati di un defibrillatore in azienda, ci sono moltissime situazioni in cui la sua presenza è tuttavia fortemente raccomandata. È di poche settimane fa la notizia di un ragazzo di 22 anni sopravvissuto a un arresto cardiaco in un’azienda in provincia di Treviso grazie al pronto utilizzo del defibrillatore presente in azienda e utilizzato dai colleghi. Ma se molte vite si salvano, sono ancora troppe le vite che si spengono per arresto cardiaco: in Italia si parla di ben 60.000 morti ogni anno per arresto cardiaco. E di queste il 5% avviene proprio nei luoghi di lavoro. Questo significa che in Italia circa 60 lavoratori a settimana sono colpiti da arresto cardiaco mentre si trovano sul proprio luogo di lavoro.

Ma nonostante questo, sono ancora moltissime le aziende non ancora dotate di un defibrillatore. “E questo - afferma Mauro Rossato, presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega di Mestre - accade anche se nel D.Lgs.81 del 2008, il cosiddetto Testo Unico sulla sicurezza nel lavoro, così come nel Decreto Ministeriale 388 del 2003 sul primo soccorso, emerge chiaramente come nelle aziende, in collaborazione con il medico competente, debba essere valutato il rischio di morte cardiaca improvvisa, in relazione al tipo di attività da svolgersi e ai rischi specifici presenti in azienda.”

L’articolo 4 del DM 388 afferma infatti che “il datore di lavoro, in collaborazione con il medico competente, sulla base dei rischi specifici presenti nell'azienda,  individua e rende disponibili le attrezzature minime di equipaggiamento ed i dispositivi di protezione individuale per gli addetti al primo intervento interno ed al pronto soccorso. Le attrezzature ed i dispositivi devono essere appropriati  rispetto ai rischi specifici connessi all'attività
lavorativa  dell'azienda  e devono essere mantenuti in condizioni di efficienza  e di pronto impiego e custoditi in luogo idoneo e facilmente accessibile”. Proprio come il defibrillatore, appunto

Datori di lavoro e consulenti della sicurezza dovrebbero dunque valutare i rischi di ogni situazione lavorativa, in particolare per lavori che richiedono fatica fisica o per lavori elettrici. Ben il 25% degli arresti cardiaci si conclude nel migliore dei modi grazie all’utilizzo immediato del defibrillatore. Vuol dire che ben 15.000 persone all’anno potrebbero sopravvivere se solo il defibrillatore fosse più diffuso e più persone fossero a conoscenza della sua importanza. Il defibrillatore permette infatti di ristabilire il ritmo in un cuore in arresto cardiaco: ma solo un intervento in tempi brevissimi, si parla di massimo 5 minuti, può permettere al defibrillatore di salvare una vita senza che l’arresto cardiaco porti alle prime conseguenze cerebrali. Ma se in Italia i tempi medi di arrivo di un’ambulanza sono di circa 8 minuti, si fa presto a capire quanto sia essenziale la presenza di un defibrillatore anche sul luogo di lavoro, proprio per agire in tempi brevi.

Inoltre, la maggior parte della persone è a conoscenza dell’obbligo di defibrillatore per le attività sportive dilettantistiche (il Decreto Balduzzi, entrato ufficialmente in vigore a luglio 2017), ma in pochi sanno che il defibrillatore è obbligatorio in molte attività lavorative, dai lavori elettrici a quelli in quota: come affermano il Testo Unico sulla sicurezza nel lavoro e il DM 388 del 2003 le aziende devono valutare, in collaborazione con il medico competente, il rischio di arresto cardiaco in relazione all’attività svolta.


comments powered by Disqus

Calcola il tuo preventivo Gratuito
Ricevi un preventivo in pochi minuti, senza alcun impegno!

Anche noi odiamo lo spam e le newsletter invasive.
Per questo non ti invieremo posta indesiderata e non cederemo a terzi il tuo contatto.

Se preferisci usa il Numero Verde gratuito!
800 031 572
Lun-Ven dalle 8.30 alle 17.30

Ricevi un preventivo in pochi minuti
Nessun impegno di acquisto
Un esperto è sempre a tua disposizione